“Per mantenere codesta vostra libertà”: la Repubblica di San Marino celebra il seicentesimo anniversario dalla nascita di Federico da Montefeltro 

Sarà ospitata e visitabile gratuitamente presso gli spazi di Palazzo Pubblico, dal 26 settembre 2022 al 8 gennaio 2023.

“Per mantenere codesta vostra libertà” è la mostra evento che ripercorre il rapporto del Duca di Urbino con la Repubblica di San Marino nel 600° anniversario dalla sua nascita, mostrando per la prima volta al pubblico parte del cospicuo carteggio intrattenuto con i rappresentanti istituzionali della Repubblica, documenti quattrocenteschi di incredibile valore e rilevanza storica conservati dall’Archivio di Stato di San Marino.

Promossa dalla Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura insieme agli Istituti Culturali, inaugurerà questa sera alle ore 18.30, alla presenza degli Ecc.mi Capitani Reggenti Oscar Mina e Paolo Rondelli, dei Segretari Andrea Belluzzi e Roberto Ciavatta, della curatrice Dolores Benedettini e di Tommaso di Carpegna Falconieri, Chiarissimo Professore e Segretario del Comitato Nazionale.

“Questa esposizione sì inserisce e prosegue quel lavoro di valorizzazione del patrimonio racchiuso e conservato dalle nostre istituzioni culturali, che questa Segreteria ha posto come obiettivo fin dal suo insediamento – ha dichiarato il Segretario Belluzzi -.  Dopo i grandi successi delle mostre dedicate a Napoleone Bonaparte e al ricordo delle relazioni bilaterali intrattenute con le Regine Vittoria e Elisabetta II del Regno Unito, una nuova gemma, dedicata a una delle figure più rappresentative del Rinascimento italiano. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per giungere a questo risultato, a partire dalla curatrice Dolores Benedettini. Abbiamo un tesoro di documenti che attestano l’identità sammarinese, che hanno un valore che prova le radici del nostro Paese, che provano un percorso storico che ci riguarda. Valorizzarlo è un onore ed è quello che continueremo a fare, anche negli anni a venire”.

La mostra racchiude l’esposizione di 25 delle 224 lettere conservate presso l’Archivio di Stato sammarinese, all’interno di una sezione denominata Fondo Lettere alla Repubblica, che conserva la corrispondenza tra il Principe urbinate e la Repubblica di San Marino negli anni compresi tra il 1441 e il 1482, anno della sua morte. L’esposizione celebra il seicentesimo anniversario della nascita del Duca di Urbino ed è inserita nel programma di appuntamenti del Comitato Nazionale per le celebrazioni dell’anniversario “Federico 600” (https://federico600.com/), di cui anche la Repubblica di San Marino fa parte. Il Comitato ha come capofila i Comuni di Gubbio e Urbino e comprende Università, Regioni, istituzioni culturali ed enti delle due aree e non solo, coinvolte in un progetto che ha visto e vedrà susseguirsi durante l’anno mostre, celebrazioni, conferenze, concerti ed altri eventi.

“È un onore collaborare con questo importante Comitato, che ringraziamo insieme ai partner che hanno appoggiato la realizzazione della mostra – ha dichiarato la curatrice Dolores Benedettini -. L’esposizione non vuole essere solo celebrativa, ma intende evidenziare lo stretto rapporto di amicizia, protezione e tutela che il Conte e poi Duca urbinate seppe offrire alla comunità sammarinese. Una piccola mostra ma grande nello spirito e nel significato dell’identità storica della nostra Repubblica, come ebbe a sottolineare il grande condottiero in una sua missiva alla comunità di San Marino: ‘per mantenere codesta vostra libertà’”.

A coronamento della mostra documentale si affiancherà una preziosa pubblicazione: un’opera che racchiuderà al suo interno la trascrizione di oltre 200 lettere provenienti dal Fondo Lettere alla Repubblica. Grazie alla stesa si è potuta scoprire una pagina della storia sammarinese ignota, non essendo questo materiale archivistico mai stato studiato né trascritto nella sua interezza. Documenti inediti resi accessibili grazie al lavoro del Dott. Michele Conti.

L’evento d’inaugurazione sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura e dell’Archivio di Stato della Repubblica di San Marino. La mostra sarà invece visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 17, con ingresso gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Nations League, troppa Estonia per San Marino: 4-0

Next Article

“ Strade sicure”: sì di Borgo Maggiore al progetto della rotonda Tavolucci

Related Posts
Total
3
Share