Gruppo di genitori contro la timbratura obbligatoria del badge a scuola, al via la raccolta firme

Riceviamo e pubblichiamo da Angelamaria Morotti:

Siamo un gruppo di genitori che non è favorevole all’utilizzo del badge elettronico da parte degli studenti della Scuola Media e Superiore, chiediamo pertanto che l’obbligo di timbrare l’entrata in Istituto sia rimosso. Abbiamo deciso di presentare al Segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura ed ai dirigenti scolastici una lettera in cui spieghiamo in modo dettagliato le motivazioni che ci vedono contrari a tale utilizzo. Alla lettera desideriamo allegare le firme dei cittadini sammarinesi e residenti a San Marino che condividono le nostre ragioni e auspicano per il futuro una scuola fatta di umanità e insegnanti, e non di totem.
Siamo favorevoli ad un ambiente sicuro per i nostri figli ma crediamo che la vera “sicurezza” stia nell’appello dell’insegnante che, in veste di pubblico ufficiale, mantiene l’obbligo di attestare su sua responsabilità la presenza/assenza di ogni studente.
Come genitori e cittadini sammarinesi desideriamo per i nostri figli una scuola accogliente, formativa, che educhi alla responsabilità vera, mentre troviamo che la pratica del badge sia priva di ogni fondamento e soprattutto di ogni valenza educativa e didattica. Ciononostante la mancata timbratura viene punita con richiami sulla condotta alla stregua dei comportamenti irrispettosi e inadeguati.

Non da ultimo è triste vedere i propri figli timbrare il loro ingresso in Istituto in modo non dissimile da operai che entrano in fabbrica. Ci sembra alquanto prematuro dover sottoporre in questo modo dei ragazzi a pratiche non conformi alla loro età.

Si potrà firmare fino a SABATO 3 DICEMBRE 2022 presso i seguenti esercenti:
– Erboristeria Officina delle Erbe, via Consiglio dei Sessanta, 153, Dogana
– Bar Pausa Caffè presso Centro Commerciale Coal Fiorentino
– Edicola Tabaccheria Settebello a Gualdicciolo
e inoltre GIOVEDI’ 1 Dicembre 2022, dalle ore 20:45 presso la Sala Montelupo di Domagnano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Article

Furti e tentati furti. All’Azzurro rubati orologi da una vetrina

Next Article

Aumenti in bolletta, ora sono ufficiali: ecco le delibere dell'Autorità per l'Energia

Related Posts
Total
1
Share